le castagnole di carnevale

LE CASTAGNOLE, CARNEVALE IN CASA NOSTRA.

Vi proponiamo la versione classica della ricetta delle castagnole, preparazione molto diffusa in diverse regioni italiane tra cui la nostra Liguria , per la data più ghiotta dell’anno, il Carnevale.

Questo periodo è caratterizzato da un fiume di dolcetti e fritti in abbondanza prima di passare al periodo di magro, la Quaresima – per chi segue i dettami della religione cattolica- tradizionalmente caratterizzato da alimenti leggeri.

Il nome castagnole deriva dal fatto che le dimensioni di questo dolce arrivano ad vere più meno le misure di una castagna. 
Preparate da secoli, già tra la fine del 1600 e inizi del 1700 ci sono testimonianze di questo tipico dolce di Carnevale, di cui troviamo traccia in un documento dell’archivio di Stato della città di Viterbo e dai cuochi Antonio Latini e Carlo Nascia delle famiglie D’Angio’ e Farnese, entrate a pieno diritto della tradizione gastronomia italiana. 

CHE INGREDIENTI USARE?
per circa 15/20 castagnole

– 250 gr.  farina
– 70 gr.  zucchero semolato
– 30 gr. burro morbido
– 2 uova
– 1 cucchiaino rum (se ci sono dei bambini si può sostituire con succo di frutta)
– 8 gr. lievito per dolci
– scorza di limone q.b.
– 1 lt. olio di girasole

ATTREZZATURA DA CUCINA

– termometro da cucina (consigliato)
schiumarola larga per fritti
– raschietto da cucina o taglia pasta 
– pentola o padella per frutture
 carta assorbente

le castagnole di ImmersioneinCucina, frittura.
le castagnole di ImmersioneinCucina, frittura.

COME SI FA?

  1. Preparate la classica fontana con la farina, lievito, zucchero, burro e iniziate ad impastare.
  2. Aggiungete nell’impasto le uova, una alla volta, la scorza del limone e il liquore. Impastate fino ad ottenere un preparato liscio ed omogeneo.
  3. Lasciate riposare per almeno 30/45 minuti.
  4. Nel frattempo mettete a scaldare l’olio che deve raggiungere i 170°. Se avete un termometro da cucina, è l’ideale per controllare la temperatura dell’olio. 
  5. Formate dei filoncini di pasta, tagliateli con il raschietto o con tagliapasta in modo da poter poi poi ricavate delle palline della misura di una castagna.
  6. Quando l’olio ha raggiunto la temperatura indicata mettete a friggere le vostre castagnole. Per capire se sono pronte aiutatevi con uno stecchino da cucina. Quest’ultimo deve uscire asciutto.
  7. Con la schiumarola raccogliete le castagnole dalla padella o pentola, facendole ben sgocciolare, e lasciatele riposare in un vassoio coperto di carta assorbente per 2-3 minuti in modo che si asciughino dall’olio in eccesso. 
  8. Servire cospargendole di zucchero semolato o passarle direttamente in una ciotola dello stesso. 
Le castagnole di ImmersioneinCucina, operazione di spargimento dello zucchero a velo.
Le castagnole di ImmersioneinCucina, operazione di spargimento dello zucchero a velo.

TAG UTILI E PAROLE CHIAVE

Siete interessati alle nostre storie e ricette dedicate alle festività? Cliccate nei tag dell’articolo a fondo pagina o cercate all’interno del blog la parola chiave ricette feste.

Published by

immersioneincucina

Crediamo che la passione nel preparare da mangiare sia un ottimo punto di partenza e che l'utilizzo di ingredienti locali, di stagione, biologici, a basso impatto ambientale e che risultino da produzioni le quali rispettino il benessere animale possano migliorare la qualità dei piatti che si creano. Il nostro blog non è solo ricette di cucina, vogliamo raccontarvi anche di attività e produttori che con il loro impegno portano avanti una storia di qualità e di tradizione, viaggi alla scoperta di altre culture gastronomiche e scelte virtuose che contribuiscono alla salvaguardia del pianeta e della biodiversità.

Rispondi